il Microcircolo e i Capillari

il meraviglioso mondo dei piccoli vasi

Home / Microcircolo e Capillari
Il Microcircolo e i Capillari
Descrivere in poche righe gli elementi essenziali della anatomia e della fisiologia della microcircolazione risulterebbe fondamentale per la comprensione delle malattie e delle metodologie tecnologiche che oggi sono disponibili per studiarle. Questo però ci porterebbe molto distanti dallo scopo della nostra chiacchierata, trattandosi di materia specialistica e molto complicata: per questo semplice motivo, d'ora in poi per comodità e facilità di comprensione parleremo di "microcircolo" identificandolo con "i capillari". Per i più curiosi di aneddotica e gli amanti della Storia, solo due righe per meglio inquadrare il tutto.
Quando tutto ebbe inzio...
Forse pochi sanno che nello studio dei "capillari" i Medici e gli Scienziati Italiani hanno avuto e continuano ad avere un ruolo importante, anzi importantissimo: infatti il tutto iniziò nel XVII secolo, anno in cui venne inventato il primo microscopio, e più precisamente nel lontano 1661.
Malpighi e i "vasa per capillamentaresoluta"
In quell'anno Marcello Malpighi, grande Scienziato e Professore di Medicina all'Università di Bologna, descrisse in una lettera ad Alfonso Borelli, suo Collega di Pisa, i piccolissimi vasi del polmone della rana, e non sapendo proprio come definirli tanto piccoli erano non trovò di meglio se non paragonarli ai capelli: allora si scriveva in latino, e la Storia della Medicina ci tramanda la celebre frase malpighiana "vasa per capillamentaresoluta" (vasi che si assottigliano come capelli), consegnando così alla Storia il termine "capillare".
La nascita dei CAPILLARI
Tredici anni dopo la scoperta di Malpighi, Antonio van Leeuewenhoek, illetterato impiegato del comune di Leida nei Paesi Bassi ma con la grande passione per i microscopi, descrisse per la prima volta i globuli rossi "fluttuanti" nel plasma e confermò l'esistenza di veri e propri "trait-d'union" tra arterie e vene che mantenevano la "continuità" del sistema vasale in tutto l'organismo: appunto "i capillari".
Il "trait-d'union", ieri come oggi...
Ovviamente in quel periodo storico non esistevano nè internet nè i cellulari, ragion per cui nessuno sapeva cosa facesse l'altro e fu così che per secoli il termine "capillare" ed il relativo concetto fondamentale di "trait-d'union" tra arterie e vene rimase letteralmente nel dimenticatoio.
Descrivere qui seppur brevemente la "storia" dei capillari richiederebbe una intera trattazione di centinaia e centinaia di pagine.
Veniamo quindi ai giorni nostri ed iniziamo a meglio comprendere questo "meraviglioso mondo dei piccoli vasi" non dimenticando mai, comunque, che allora come oggi soprattutto in campo Medico ... "fùsiscriptòs sé filèi", vale a dire che la Natura ama nascondersi ai nostri occhi ...

L' Esperto risponde

Conoscere e approfondire le tematiche e problematiche più frequenti attraverso le domande dei pazienti e le risposte dell'angiologo 
Scopri di più ...

Dispense della salute

Un approfondimento messo a disposizione dall'esperto per affrontare in maniera seria e competente il mondo del microcircolo
Scopri di più ...

Centri di Studio

Policlinico di Monza |  039.2810617
San Babila Clinic Milano | 02.84143218
CDC Como |  031.262136
C.A.B. Barzanò | 039.9210202
Meditel Saronno | 02.962821
Dermolaser Clinic Vimercate |  0395966720

Copyright © 2016 Francesco Albergati - P.I. 02367700164 | Vietata qualsiasi riproduzione